1° RECON SAT
Benvenuto al 1° Recon Sat Registrati sul Sito

Non sei connesso Connettiti o registrati

Reazione Automatica d'Ingaggio R.A.I.

Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Reazione Automatica d'Ingaggio R.A.I. il Ven Gen 30, 2015 11:10 am

In questo tread scoprirete che l'acronimo R.A.I. ha anche un altro significato rispetto a quello noto ai più (e che ci fa pagare pure il canone Crying or Very sad ): R.A.I. nel nostro caso significa appunto Reazione Automatica di Ingaggio. Nel softiar si traduce in "come ci muove in caso di attacco nemico". Se si parla di Reazione, infatti, significa che l'attacco sia stato lanciato non da noi ma dalla squadra avversaria e questo ci pone di fronte a 2 scenari possibili.
SCENARIO 1
Il nemico ha lanciato un attacco mirato e con cognizione di causa, il che vuol dire che egli si troverà in superiorità numerica o in una posizione di vantaggio dalla quale sarà impossibile schiodarlo. Che si fa in questi casi? Mai sentito parlare di ritirate strategiche? Bhe è proprio questo il caso. La prima cosa da fare, indipendentemente dalla tipologia di formazione adottata e dalla direttrice di marcia, è SEMPRE e SEMPRE LO SARA' costituire una dannatissima LINEA BASE a fronteggiare il nemico. Una volta che si è analizzata la situazione (analizzare non vuol dire tergiversare 20 anni; in questo sport la rapidità d'azione è tutto) e ci si è resi conto dell'impossibilità di sostenere lo scontro abbiamo 3 soluzioni:
- V a destra: l'operatore all'estrema destra della fila individua una via di fuga alla sua destra, comunicherà il tutto al caposquadra che URLERA' "V a destra". L'operatore che si trova all'estrema sinistra della linea base sarà, dunque il primo a partire e andrà a posizionarsi alla destra dell'operatore più a destra fino a quel momento. A quel punto partirà colui che si troverà estremo a sinistra e così via a scalare finchè tutta la squadra avrà traslato verso destra raggiungendo la via di fuga.
- V a sinistra: equivalente del V a destra, solo a parti invertite poichè in questo caso la sola via di fuga individuata si troverà appunto alla sinistra della strada.
- Ripiegamento: la sola via di fuga in questo caso si trova nel verso opposto alla posizione del nemico, ossia alle spalle della nostra squadra. Questa tipologia di ritirata è la più complessa ed è certo anche la più rischiosa. In questo caso, il team leader, resosi conto dell'impossibilità di ricorrere ad un V a destra o a sinistra, URLERà "Ripiegamento". In quel medesimo istante, tutta l'unità e dico TUTTA dovrà voltarsi e cominciare a correre fino a raggiungere una free zone, cioè una zona dove, data la distanza, non arrivano i pallini sparati dagli aversari. La corsa di ciascun operatore NON dovrà essere in linea retta, bensì ciascun elemento della squadra dovrà correre a zig zag, cercando, così di aumentare la propria possibilità di scampo. Fate attenzione a non scontrarvi tra di voi ma regolate sempre la direzione di corsa in funzione del compagno alla vostra destra!!!!
SCENARIO 2
Siete stati fortunati, il nemico, in questo caso, ha sottostimato la reale potenza di fuoco ed il numerico della pattuglia: è possibile rispondere all'attacco ed eliminare la minaccia avversaria. Cosa si fa? Ma secondo me si rifà una bellissima quanto insolita LINEA BASE!!!!!! Una volta compiuto questo schieramento si passa alla più classica delle manovre offensive, la manovra a TENAGLIA. Niente è più efficace di un aggiramento ben coordinato e ben organizzato: in breve, si divide la squadra in 3 Brick. Il brick è una piccola unità in cui la squadra si scompone ed è composto da un minimo di 2 operatori ad un massimo di 4 dato che in genere una pattuglia non supera le 12 unità. Ogni brick avrà un suo capo brick che coordinerà la manovra dei suoi compagni in funzione delle azioni degli altri 2 brick.
I 2 brick laterali, tenendosi fuori portata rispetto ai colpi avversari, si allargheranno rispettivamente uno a destra ed uno a sinistra fino ad arrivare alle spalle del nemico nel medesimo istante. Potete ben immaginare come sia fondamentale la coordinazione tra i 2 brick laterali proprio perchè il loro attacco al nemico deve avvenire esattamente nel medesimo istante. Le radio sono un toccasana in questo genere di attacchi. Nel frattempo il brick centrale, all'interno del quale sarà inquadrato il team leader, provvederà a tenere occupato il nemico fornendo un efficace fuoco di copertura. Se i tempi della manovra vengono rispettati, per quanto l'avversario possa essere tecnicamente preparato, difficilmente esso riuscirà a respingere un'offensiva del genere. Se invece la tenaglia manca di coordinazione...beh allora avete sbagliato tutto. Importante è comunque lasciare 2 uomini laterali in posizione più arretrata rispetto al brick centrale: a loro 2 spetterà il compito di assicurare la retroguardia ed individuare una via di fuga in caso l'attacco non sortisca l'effetto sperato.


_________________
SI VIS PACEM PARA BELLUM
NEC SINE MARSIS NEC CONTRA MARSOS TRIUMPHARI POSSE


Visualizza il profilo dell'utente https://www.facebook.com/andrea.mendolicchio

2 Re: Reazione Automatica d'Ingaggio R.A.I. il Ven Gen 30, 2015 6:53 pm

Quanta cultura in un solo icchio!
Siamo proprio fortunati ad averti in squadra

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum